Sara Zanetti

Osteopata

Che cos’è l’Osteopatia?

Spesso quando al genitore viene consigliato l’aiuto dell’osteopata per il proprio bambino le domande più frequenti che si pone sono:

  • Cos’è l’osteopatia?
  • A chi è rivolta l’osteopatia?
  • Da che età è consigliabile portare il bambino dall’osteopata?
  • Che disturbi tratta l’osteopata?

Vediamo subito alcune informazioni a riguardo.

Come nasce e come funziona l’Osteopatia

L’osteopatia appartiene al vasto panorama delle “medicine alternative”, la cui nascita risale a fine ‘800, ma solo negli ultimi anni sta conquistando una certa notorietà.

L’osteopata ha un approccio terapeutico esclusivamente manuale, non invasivo e delicato, attraverso il quale ricerca la causa dei disturbi, ampliando la propria indagine a livello sistemico e non solo all’area del sintomo.

Il trattamento osteopatico può esser effettuato in ogni fascia d’età, dal neonato all’anziano, e in ogni fase, come la gravidanza.

È importante sottolineare che l’osteopatia non si sostituisce alla medicina classica ma l’affianca, collaborando con fisioterapisti, odontoiatri, ortopedici, ginecologi, ostetriche, pediatri, logopedisti e molto altro ancora.

È stato osservato infatti come il trattamento osteopatico faciliti la risposta ad eventuali terapie convenzionali, aiutando il corpo a ritrovare un proprio equilibrio.

L’osteopatia non è esclusivamente il trattamento del sintomo ma anche prevenzione.  

È importante infatti affrontare e risolvere le difficoltà ancor prima che diventino veri e propri disturbi, per favorire uno sviluppo armonico del bambino.

 

Un assaggio di Osteopatia Pediatrica

Il mondo del bambino racchiude in sé un universo, di cui è necessario conoscerne e considerarne ogni sfaccettatura per poter aiutare i piccoli pazienti nel miglior modo possibile.

I primi istanti di vita dentro la mamma fino all’adolescenza, sono un periodo tanto breve quanto fondamentale, scandito da eventi e tappe dello sviluppo, talvolta disturbati da traumi o abitudini sbagliate che possono creare squilibri, manifestati dal bambino attraverso sintomi o difficoltà a compiere determinate azioni.

Proviamo ad immaginare la costruzione di una casa su delle fondamenta instabili. Nel tempo possono esserci dei cedimenti o malfunzionamenti.

Allo stesso modo il bambino è un futuro adulto, i cui problemi pregressi possono manifestarsi nei mesi o negli anni a seguirsi.

Ci si chiede quindi quando è consigliabile portare il proprio figlio dall’osteopata, a volte col dubbio che sia troppo piccolo per subire un trattamento manipolativo.

Ebbene, la risposta è: non è mai troppo presto per andare dall’osteopata!

L’osteopatia può essere un’alleata del bambino dalle prime settimane di vita all’interno della pancia della mamma. Sin da questo momento l’obiettivo è garantire il benessere di entrambi, creare un ambiente “confortevole”, alleviare i sintomi della gestazione nella mamma, e non per ultimo, preparare il corpo al parto, affinché ogni fase e momento possa esser vissuto nella più completa serenità.

 

    I servizi odontoiatrici per bambini e ragazzi dello Studio Dentistico Orange